?

Log in

No account? Create an account
 
 
queenseptienna

Nota: questa cosa orribile si riferisce a questo.


Era una notte buia e tempestosa.


Un manipolo di circa un centinaio di blogger si radunò in una sudicia locanda di Boston per ordire trame segrete. Erano uomini e donne amanti della letteratura e che un giorno avevano ricevuto un mattone in testa e deciso di aprire un blog dedicato ai libri.

L'avesso mai fatto.

Ma dicevamo: i blogger si riunirono per ordire trame segrete. Faticosamente si stiparono all'interno del locale - cento erano davvero tanti insomma, sembrava di stare sul Regionale Torino - Milano il sabato mattina diretto alla fiera dell'artigianato di Rho Fiera - e si misero in qualche modo intorno a un grosso tavolo che l'oste aveva messo loro a disposizione.

Una volta che furono tutti seduti, una si levò in piedi e annunciò: "Ho deciso. Faremo un'indagine di mercato." Bisbigli e parole terrorizzate si sparsero tra i blogger a quelle parole. Non avevano mai fatto un'indagine di mercato prima di allora, si erano sempre limitati a leggere e recensire libri pro bono, ma un'indagine di mercato... no, quella mai. Suonava come una cosa brutta.

"Mi piace" le rispose un'altra. "Ma metti mai che ci dimentichiamo di invitare qualcuno e si lamentano. Il Lato Oscuro dei Blog con i Puntatori Glitterati è terribile."

Nonostante il tremendo monito, i blogger si ritrovarono d'accordo sull'operazione e si misero al lavoro. "Sceglieremo un libro e lo recensiremo, lo segnaleremo."

Un'altra si alzò. "Ma se qualcuno pensasse che la casa editrice ci paga?"

Un enorme coro di risate isteriche si levò in volo, rendendo chiaro come funzionava l'editoria in Italia.

"Ma se mi fa schifo posso dire che è una ciofeca?" chiese qualcuno, timidamente.

"Certo che puoi, mica ci pagano per fare recensioni positive" rispose la promotrice dell'idea.

Tutti furono rassicurati. Ci fu in seguito chi recensì il libro, chi ne mostrò anteprime, chi invece (come chi scrive) che si ricordò il giorno prima di postare di non aver minimamente più calcolato il libro e si arrangiò con una segnalazione. Insomma, tutti furono contenti.

Ma il male era in agguato.

Il Lato Oscuro dei Blog con i Puntatori Glitterati che non era stato invitato - perché nessuno li conosceva - venne a conoscenza dell'operazione "segreta" (talmente segreta che per l'appunto si venne a sapere fuori) e si piazzò fuori dalla sudicia taverna con striscioni e cartelli "NO MASSONERIA" oppure "LE INDAGINI DI MERCATO SONO ILLEGALI" ma anche "INDUZIONE PSICOLOGICA" e infine "NON MI AVETE INVITATA, BRUTTI CATTIVI". Tali individui costrinsero i poveri blogger massoni a rinchiudersi nella taverna, decidendo sul da farsi.

"Dovremo rinunciare" annunciò qualcuno, sconsolato.

"GIAMMARIO" replicò lo zoccolo duro, che notoriamente non prendeva bene le sfide.

Alla fine i blogger si misero d'accordo e rinunciarono all'indagine di mercato, affiggendo le porte delle proprie abitazioni con un comunicato stampa che spiegava agli ignari lettori che una tra le migliaia di recensioni postate, era solo per vedere quanto un blog poteva influire sulle vendite di un libro.

Morte e distruzione si sparse per il mondo in quel momento, ma ancora adesso il manipolo di blogger resiste contro l'orda degli orchi delLato Oscuro dei Blog con i Puntatori Glitterati...