?

Log in

No account? Create an account
 
 
queenseptienna
30 December 2013 @ 09:00 am
Se devo essere onesta, non sto scrivendo quanto vorrei.
C'è di buono che i plot saltano come conigli nella mia testa, le idee non mi mancano davvero mai e sto seriamente iniziando a prendere appunti.
Comunque.

Al momento mi ritrovo per le mani le seguenti storie:

- Ballata alla fine del mondo: il seguito molto ipotetico di Vae Victis, non previsto e nato da una ruolata a Cthulhu per colpa di Hush che ancora mi sogno di notte. Senza ombra di dubbio morirà un altro comprimario.
- Fiaba Nera: questa è un bel po' che me la scarrozzo dietro, si tratta di una fusione weird di tutte le note fiabe, ma ho scelto uno stile di scrittura che mi rende difficoltosa la stesura.
- Tiberius: ho già detto zombie fascisti? Momentaneamente accantonato per mancanza di stimoli.
- Blackeagle: ovviamente dovevo crearmi un nuovo headcanon fantascientifico per i miei angeli cannibali. Trama già stesa, sicuramente questo è il racconto su cui si vede maggiormente l'influenza di Star Trek. Sapevo che non dovevo cadere nel loop.
- L'undicesimo dio: il mio ETERNO romanzo steampunk, a questo punto mi chiedo se lo finirò mai.
- Acta est fabula plaudite: un'ucronia fantascientifica sull'antica Roma.
- Sheridan Holmes e il caso dell'angelo senza ali: la boiata più grande dell'universo.
- Straordinaria normalità e L'uomo dell'isola: nati in seguito al sogno più weird della mia esistenza, sono legati ad Atlantide e alle teste Moai. Quale correlazione c'è fra le due cose? Nemmeno io.



A quattro mani mi ritrovo a scrivere sempre con le stesse persone, bene o male.

Con Hush, a parte il romanzo ucronico sulle Brigate Rosse, sto ultimando Assedio, tradotto come "Sherlock Holmes e gli zombie, altresì detto come John Watson riscopre il suo lato BAMF e Sebastian Moran spacca i culi a ogni pié sospinto mentre Moriarty accarezza un gatto bianco con fare malvagio".

Con Livin oltre a Gloom, gli zombie vittoriani, abbiamo deciso un piccolo esperimento psicotico che ancora non sappiamo quale esito potrà mai avere.

Con Alain invece ho in ballo un progetto a dir poco enorme.


Insomma, scrivere scrivo. Peccato che non finisco mai niente XD