?

Log in

No account? Create an account
 
 
22 July 2012 @ 10:00 am
Talent Zone  
Post originariamente pubblicato per House of Books.


C’erano una volta i concorsi letterari. Quelli a cui inviavi il tuo racconto e venivi selezionato/scartato in base alle effettive capacità con cui scrivi un racconto.


Ora la nuova frontiera è la community dove si vince a forza di like, in base a quanti amici si ha e – udite udite – dovete pagare per inserire il vostro brano.


Stiamo parlando di Talent Zone, community di Lettere Animate che, non felice di dare 1 euro per ogni libro venduto a un noto portale anti-eap ora POD (CIT.) (si noti che al momento in cui scrivo di questa vecchia news non si trova più traccia, grazie a Cthulhu), ha aperto questa community che lascia un po’ l’amaro in bocca.

Leggiamo il regolamento:

Cos’è Talent Zone?

Talent Zone è un nuovo portale italiano dedicato alla scrittura nel quale sarà possibile condividere i propri scritti, essere votati e vincere premi.

Chi può partecipare?

Chiunque voglia, basta registrarsi.

È a pagamento?

L’iscrizione non è a pagamento, ogni condivisione ha un costo di € o,40 meno del prezzo di un caffé per poter partecipare a Talento Zone e vincere premi!!

Come faccio a condividere ?

Nulla di più semplice. Una volta effettuata la registrazione puoi acquistare un pack o condividere il single post andando nel “MENU UTENTE” – “INVIA CONTENUTI” compilare il form con Titolo – Categoria – Breve descrizione – Data di pubblicazione e inserendo l’allegato con il tuo testo, finalizzare il tutto cliccando su INVIA!! Il gioco è fatto!

Ok, ho condiviso e ora ?

Ottimo, adesso il pubblico può votare la tua opera e farti entrare in classifica. Il meccanismo di votazione ( così come la classifica ) usa la formula classica delle classifiche discografiche e cinematografiche, per cui anche l’ultimo arrivato può entrare subito in classifica! Condividi e fatti votare.

Che si vince?

Ogni mese (il primo giorno di ogni mese) si decreterà il vincitore del mese precedente. Chi sarà primo potrà vincere premi in denaro, oggetti, gadget e contratti di pubblicazione. Ogni mese verrà proposto il premio.

Le miei condivisioni saranno per sempre disponibili?

No, per avere un discreto riciclo e dare spazio a tutti le condivisioni avranno una durata di 3 mesi dalla data di inserimento indicata al momento della condivisione.

Fatemi capire: debbo pagare 40 centesimi (meno di un caffé? A me il caffé fa schifo per inciso e quei 40 centesimi sono un terzo di biglietto della metropolitana di Milano o Torino, quindi NO, non sono pochi) per un testo che dopo tre mesi verrà cancellato e potrà vincere solo in base a quanti amici ho a votarmi (presumo che chiunque abbia partecipato almeno una volta nella vita a cose del genere, sia per via diretta, che per via indiretta sentendosi pregare per avere un voto. A me è successo. Più volte. Lo trovo odioso.).

Che non mi si venga a portare la solita scusa del “40 cent sono un prezzo irrisorio, abbiamo le spese del sito da mantenere”. Balle, un dominio .eu costa circa 5 euro all’anno e un host meno di 16.

Ok, mettiamo che io abbia scritto un testo veramente valevole, ma ho pochi amici a cui farlo votare o più semplicemente mi dà fastidio importunare la gente chiamandola alle due di notte per avere un like (anche questo mi è successo). Cosa succede? Che il mio testo non vincerà MAI e poi MAI, perchè non è scelto da personale competente, ma in base a quello che si chiama amykettismo.
Il tutto per vincere un glorioso premio: non la pubblicazione, non una raccolta antologia, ma... *rullo di tamburi* ...50 euro.

Poi vogliamo parlare della massa di refusi presenti nel regolamento? Ne vogliamo parlare? No, non ne parliamo, che mi pesa il culo.

Una caduta di stile per una casa editrice che si è sempre distinta nel panorama italiano con degli eccellenti prodotti.

 
 
Current Mood: angryangry