?

Log in

No account? Create an account
 
 
06 September 2012 @ 10:00 am
Hero of the day - Punisher  
Ho deciso di inaugurare un paio di rubriche settimanali. Questa è dedicata ai supereroi (di qualunque casa editrice) che mi piacciono e uscirà ogni giovedì.
Siccome tutti fanno rubriche di donne, io mi faccio quella degli uomini XD


Il primo post di questa rubrica è dedicata niente meno che a Frank Castle, ovvero il Punitore (o Punisher).
Non è un supereroe in senso stretto (non ha superpoteri) e molto spesso si muove contro gli altri supereroi, ma ha il suo immenso fascino che lo ha fatto diventare rapidamente il mio personaggio preferito in ambito Marvel, in particolar modo grazie alle storie di Garth Ennis e ai disegni di Steve Dillon (nel caso ve lo steste chiedendo: sì, possiedo una collezione quasi completa di Punisher).

E' proprio grazie a Ennis che ho iniziato a seguirlo, con il numero 0, ovvero Born.

Wiki said:



In questa storia ci viene spiegato come Frank Castle, italoamericano nato con il nome di Francis Castiglione, abbia cominciato a capire l'inutilità della guerra del Vietnam arrivando a litigare con alcuni dei suoi compagni di guerra o suoi ufficiali troppo crudeli, di come abbia ucciso un ufficiale reo di corruzione ed abbia disertato per sfuggire all'esecuzione. Ciò lo caratterizza e lo trasforma in colui che un giorno si farà chiamare il Punitore.

Passato qualche anno, Frank Castle e sua moglie Maria, con i figlioletti Lisa Christie e Frank David, fanno un pic-nic in famiglia a Central Park ma rimangono vittime di un regolamento di conti fra gangs rivali: una di loro è capeggiata dal losco Bruno Costa. Sua moglie e i suoi figli muoiono e lui viene creduto morto ma non è così e Frank Castle torna per uccidere i responsabili, obiettivo che porterà a termine con lucidità e celerità. Uccide i membri della famiglia mafiosa responsabili e può affermare che la sua missione ha avuto successo, ma sente che la sua missione non è veramente compiuta.

Subito dopo il massacro dei colpevoli, Castle decide di lasciare al giudizio della giustizia ordinaria la punizione per i sopravvissuti ma i criminali vengono assolti dal tribunale e così Frank decide di castigarli lui stesso e diventa The Punisher. È l'inizio della sua carriera di giustiziere. Il Punitore nella sua avventura d'esordio fu ingaggiato dal professor Warren (alias lo Sciacallo) affinché uccidesse un suo rivale; il Punitore ignorava però che Warren era un criminale lui stesso. Indossa inoltre una tuta con un grande teschio dipinto ed è dotato di armi sofisticate e di notevoli capacità atletiche.



**

Altre storie sempre targate Ennis/Dillon parlano del ritorno di Frank in città, dove passerà il tempo a uccidere chiunque egli ritenga un criminale. A fargli da contorno appaiono talvolta Spiderman, Devil o Wolverine (a cui è dedicato un intero albo, Sfida a Wolverine) e molto spesso l'unione dei tre, che ne prendono sempre di santa ragione.
Un altro personaggio appare di tanto in tanto, è Nick Fury (quello vero, non quello cinematografico grazie al cielo), comandante dello S.H.I.E.L.D., ad accostarsi al Punitore in quello che ritengo il mio albo preferito: Madre Russia.
 
 
Current Mood: bitchybitchy